mercoledì 13 aprile 2011

Esercizi di stile

Mettiamo una domenica pomeriggio in casa, da sola. Mettiamo che ho finito le faccende di casa o, per essere più precisi, non ho più voglia di pulire. Cosa fare per rilassarsi in attesa del ritorno a casa dell’impenitente calciatore? Beh, io penso al cibo!
Pasqua si avvicina a grandi passi, ma stavolta non mi fregano: il pranzo di famiglia si fa a casa dei miei; in questo modo, a differenza di Natale, me ne potrò stare in panciolle. Siamo proprio sicuri? Ovviamente no. Presentarsi a mani vuote dopo essermi tanto vantata del mio blog, non mi pare carino.
Ho iniziato a pensare a cosa potrei preparare: mia mamma vorrà almeno due primi (uno rosso e uno bianco, uno ciccioso, l’altro verduroso). Al secondo sicuramente ci penserà mio babbo (grande cuoco) e sarà naturalmente ciccia…tanta tanta ciccia, proveniente dalle bestie più disparate. Mi restano quindi l’antipasto e/o il dolce.
So già che mangeremo una quantità vergognosa di cibo (in casa mia ci andiamo giù pesante per tutte le feste comandate. A volte anche in altre occasioni). Per questo ho immaginato un antipastino fresco e leggero, da servire magari con un aperitivo. Volevo usare il mio nuovo aceto balsamico (acquisto spettacolare al “Taste” di Firenze), e cosa si abbina bene all’aceto balsamico? Le fragole, emblema della primavera, per esempio. Ok! E poi? Magari un formaggio fresco e delicato tipo ricotta o… mozzarella! Ecco quindi fragole, mozzarelline e aceto balsamico… Il boccone perfetto!
Quando l'ho assaggiato ho pensato che dovevo assolutamente postarlo nonostante la ridicola difficoltà di esecuzione!


Bocconcini di fragole, mozzarelline e aceto balsamico


BOCCONCINI DI FRAGOLE E MOZZARELLA ALL’ACETO BALSAMICO:

Ingredienti:
Fragole
Mozzarelline (in numero pari a quello delle fragole)
Aceto balsamico

Lavare bene le fragole e asciugarle delicatamente. Incidere le fragole dal basso verso l’alto. Inserire nello spacco una mozzarellina e fissare il tutto con uno stuzzicadenti. Adagiare su un piattino e irrorare con qualche goccia di aceto balsamico (di quello buono buono).
Per servire ho usato questi deliziosi piattini da Finger Food di Atmosfera Italiana che penso faranno un figurone sulla tavola di Pasqua!
Ma qual è il segreto di questo piatto così semplice? Senza dubbio la qualità degli ingredienti: un buon aceto balsamico, con le sue note agrodolci, è fondamentale per amalgamare il dolce delle fragole (ben mature, mi raccomando!) e il grasso del formaggio!
Non vedevo l’ora di finire le foto per potermi sbafare tutto quanto… e così ho fatto! Gnam Gnam!
Buon appetito!


Con questa ricetta partecipo al contest della Cuochina sopraffina

3 commenti:

  1. E' vero che è semplice ma chi ci avrebbe mai pensato! Un abbinamento molto sfizioso e fresco! Necessario per affrontare 2 primi e un secondo importante come quello del tuo babbo!
    P.S. A Pasqua ricordati la pastiera non deve mai mancare!

    RispondiElimina
  2. Hai proprio ragione! Ma sai che non ho mai assaggiato la vera e originale pastiera napoletana? Sospetto che quella preparata qui in Toscana non sia la stessa cosa...

    RispondiElimina