martedì 8 novembre 2011

Una ricetta per i bambini di Rocchetta Vara

Non si può restare indifferenti verso ciò che sta accadendo in Liguria (ma anche in altre parti d'Italia). Quando le forze della natura si scatenano non serve recriminare, non serve cercare colpevoli: per quello ci sarà sempre tempo. Quello che occorre davvero è rimboccarsi le maniche, limitare i danni e aiutare chi si è trovato al centro di questa tragedia. Non si può non preoccuparsi per chi ha perso la propria casa, non si può non sentirsi toccati da chi ha il cuore che piange. Non riesco nemmeno ad immaginare quale possa essere lo stato d'animo nel vedere la propria città, la propria casa, la propria vita spazzata via. Ci riguarda, riguarda tutti quanti perchè poteva succedere ovunque e a chiunque. In un caso del genere c'è bisogno di tutto l'aiuto possibile, sia materiale che morale, per far si che queste persone non si sentano sole e abbandonate.
Per caso mi sono imbattuta in questa iniziativa a favore della cooperativa sociale Gulliver di Rocchetta Vara (Sp) che gestisce due case-famiglia, di cui una è rimasta fortemente danneggiata dall'alluvione della scorsa settimana. L'idea è una raccolta di ricette che possa dare un pò di speranza e serva magari anche da punto di partenza per una raccolta fondi da destinare alla ricostruzione.



Per chi volesse effettuare una donazione questi sono i dati della banca della cooperativa Gulliver.


Anche se non basta spero almeno che il mio gesto, insieme a tanti altri, serva a qualcosa.
Una ricetta, un pensiero per dei bambini che non solo non hanno una famiglia ma, dopo l'alluvione, non hanno più nemmeno una casa.

INVOLTINI di PORRI, SCAMORZA e SPECK al FORNO

Ingredienti (per 2 persone):
2 porri grandi
100 g speck a fette sottili
150 g scamorza a fette
brodo
burro
sale, pepe nero

Lavare i porri ed eliminare le foglie verdi. Tagliarli a tochetti di circa 3 cm. Avvolgere ogni tocchetto di porro prima in mezza fetta di scamorza e poi in mezza fetta di speck. Ungere con il burro delle cocottine in terracotta (va bene anche una normalissima pirofila da forno) e adagiarvi gli involtini di porri: devono essere praticamente incastrati fra loro. Salare e pepare, poi irrorare ogni cocotte con alcuni cucchiai di brodo in modo che i porri in forno non brucino. Infornare a 200° C per 35 minuti. Servire caldi.


Involtini di porri, scamorza e speck al forno

Per la ricetta ho preso ispirazione da lei. E' un piatto caldo, saporito e allegro che spero possa portare almeno qualche minuto di serenità a chi lo assaggia.

6 commenti:

  1. Un'iniziativa lodevole a cui partecipare per dare il nostro contributo, il modo migliore per rendere utili i nostri blog.
    Bella la ricetta, adatta alla stagione...e al mio palato!
    A presto!

    RispondiElimina
  2. Bella iniziativa davvero.. brava!!!! ed ottima ricetta... baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  3. Anch'io ho mandato una ricetta per i bimbi! Speriamo partecipino in tanti. A presto

    RispondiElimina
  4. Anch' io ho aderito a questa bella iniziativa, sono contenta che siamo in tante. Belli e gustosi i tuoi involtini! Buona giornata, Babi

    RispondiElimina
  5. Che bell'iniziativa Jeggy!! e la ricetta è insolita e super saporita, brava!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Jeggy, questa iniziativa è davvero da ammirare... Condivido le tue parole e complimenti per questi involtini, bellissimi! Ciaoo

    RispondiElimina