martedì 3 aprile 2012

Tra inverno e primavera

Per quanto sia cosciente che è primavera, vedo ancora intorno a me strascichi dell'inverno appena terminato: non tutte le piante hanno già messo fiori e foglie nuovi, l'orto di mio suocero non è ancora stato ripulito e liberato dalle coltivazioni invernali, ormai esauste...
Poi però vedo la luce, e il sole mi accarezza il viso quando esco da lavoro, la mattina avverto il cinguettare degli uccellini e i prati sono verdi e pieni di non-ti-scordar-di-me: tutti chiari segni di un prodigioso risveglio che si ripete anno dopo anno.
Ho voglia di colore, di freschezza, di novità: non a caso ho tirato fuori magliette e ballerine anzitempo (così un bel raffreddore precoce e qualche torcicollo non me li toglie nessuno).
Anche in cucina sono alla ricerca continua di tutti quei colori che impreziosiscono questo periodo: rosso, giallo, per non parlare di tutta la gamma dei verdi al completo. Anche il maschio alfa avverte il richiamo della primavera (come ogni animaletto che si rispetti) e per presentarsi in forma alla prova costume (che comunque non faremo visto che al mare non mi porta quasi mai) sta ingurgitando una tale quantità di verdure da far invidia a una mucca. Ormai in casa più che mangiare si bruca erba, con la testa infilata in grandi ciotole di insalata e lui più che un maschio alfa sembra un coniglietto! Le scorte di ortaggi in frigo vengono esaurite in pochi giorni e spesso mi trovo a dover fare le corse per l'approvigionamento della dose giornaliera di insalata. Per fortuna è venuta in mio soccorso la suocera, con le ultime delizie invernali dall'orto: prima di dissodare tutto mi ha gentilmente omaggiato dei germogli del cavolo nero, una vera rarità, anche qui in Toscana. Con questo preziosa prelibatezza mi sono preparata un'insalatina da mille e una notte, in cui l'inverno, rappresentato dal cavolo nero, seppur crudo, e dalla pancetta (si sa che maiale e cavolo vanno molto d'accordo), si sposano a meraviglia con le prime uova e i giovani e freschi cipollotti di Tropea. Gustosissima e colorata, adattissima da trasportare per picnic all'aria aperta, oppure può rappresentare un ottimo antipastino anche per il giorno di Pasqua, magari sostituendo l'uovo con quello di quaglia e il cavolo nero con rucola, più facilmente reperibile.
Ecco qua! Non sembra un fiore in un prato?

Insalata di cavolo nero e uovo

INSALATA di CAVOLO NERO e UOVO

Ingredienti (per 1 persona):
40 g germogli di cavolo nero
30 g pancetta tesa a fettine sottilissime
1 uovo
1/2 cipollotto fresco di Tropea
olio evo
sale

Scaldare una pedellina antiaderente e cuocervi le fette di pancetta fino a che non sono diventate croccanti. Far rassodare l'uovo in acqua bollente per 7-8 minuti. Nel frattempo lavare bene le foglioline di cavolo nero, separandole una ad una dal fusto, poi asciugarle con un canovaccio pulito. Tagliare il cipollotto a rondelle sottili. In una terrina unire le foglioline di cavolo nero e il cipollotto: condire semplicemente con sale e dell'ottimo olio evo (non c'è bisogno di altro, data la sapidità degli ingredienti). Sgusciare l'uovo, tagliarlo in 4 spicchi e disporlo "a fiore" sull'insalatina condita. Sbriciolare la pancetta con le mani e distribuirla su insalatina e uovo e servire.
Buon appetito!




Con questa ricetta partecipo al contest di Photo and food sulle mie amate insalate





e al contest di Archcook, sempre sulle insalate






Con questa ricetta partecipo al nuovo contest della Cuochina Sopraffina "Spuntino sopraffino, fallo sveltino"!



Con questa ricetta partecipo al contest di Una pasticciona in cucina

8 commenti:

  1. Che bello questo post.. mi fa venire voglia di scappare dall'ufficio e godermi in un prato queste belle giornate primaverili.. anche se.. la pioggia è in agguato!! Bellissima la tua cocottina.. baci e buona giornata :-D

    RispondiElimina
  2. Tesoro ma almeno il tuo se la magna l'insalata!! Se io gli metto una ciotola sotto il naso inizia a dire "noooo cos'è quella robaccia verdeeee io quella roba non me la mangiooooo" e t'ho detto tutto AHAHAH :D
    Cmq complimenti questa ricetta è bella fresca e colorata e mi porta un po di sole visto che qui la pioggia proprio non vuole smettere!!! Mette allegria solo a guardarlo il piatto!
    Un bacino cara!

    RispondiElimina
  3. Io trovo eccezionale questa insalata Jeggy,e definirla insalata è davvero poco!
    Mi viene da ridere perchè se c'è una cosa che non mi manca in frigo sono le uova sode,con la scusa di Pasqua ne ho 12 da finire e mi dai ispirazione!!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Ciao Jeggy, come al solito ho ridacchiato molto con la torta da uomo, che comunque è una favola, anche per l'aspetto. E l'insalatina hai ragione, fa molto primavera. Tanti auguri cara amica, passa una buona Pasqua, ti abbraccio a presto

    RispondiElimina
  5. Ma che bella quest'insalata!!! hai trovato il modo di presenatre le uova sode in modo originale, grande!!

    RispondiElimina
  6. ciao grazie a questa insalata sono la tua 100 sostenitrice!! mi sento importante,complimenti e un caro saluto, passa a trovarmi.
    http://smaltipentoleerockandroll.blogspot.it/

    RispondiElimina