martedì 25 settembre 2012

Elaborazione di fine dell'estate

E' arrivato così, all'improvviso, senza che me ne rendessi conto. Me ne stavo tranquilla a chiaccherare, ignara di tutto, finchè un'amica ha detto "E' il primo giorno di autunno!". Grande è stato il mio stupore per un fatto tanto ovvio e innegabilmente vero. Per la prima volta ho sperimentato le 5 fasi del lutto.
1. Il rifiuto: "Che diavolo dici? Non è possibile che sia già autunno mentre io me ne sto qui, a tarda sera, con indosso solo un leggero vestitino coi laccini. L'estate non può essere già finita!"
2. La rabbia: "Mi prenderei a calci per non essere tornata al mare prima della fine della stagione"
3. Il patteggiamento:"Vabbè, dai, il tempo è ancora bello e soleggiato...è come se fosse ancora estate."
4. La depressione: "Oddio, le giornate si stanno già accorciando. Il sole tramonta e fa buio troppo presto...voglio solo starmene sul mio divano con una copertina a guardare la televisione e mangiare pop-corn."
5. L'accettazione: Girando fra i banchi del mercato mi rendo conto che fanno bella mostra di sè zucche, castagne e funghi. L'estate ci ha lasciati e l'autunno è arrivato per davvero.

Ne segue che si tratta, in ogni caso, di un momento di transizione che ho riportato in cucina usando tutte le verdure crude tipiche dell'estate e un ingrediente più prettamente invernale, la trippa, che io adoro.
Questa insalata è un must delle mie estati fin da quando ero una ragazzina: la preparava prima il macellaio di fiducia, poi mio babbo (lo specialista delle frattaglie di casa).
Al contrario di quanto si può pensare, la trippa è un tipo di carne poco calorico che, anzi, è consigliata anche nelle diete e comunque, anche se facesse ingrassare solo a guardarla, ne mangerei fino a scoppiare tanto è buona e fresca!
Un unico accorgimento: è consigliabile acquistare la trippa già bollita (che deve avere un bel colore bianco, non giallognolo!) dal macellaio di fiducia, dato che si tratta di un prodotto deperibile soggetto a emanare cattivo odore se non correttamente trattato e conservato.





 INSALATA di TRIPPA

Ingredienti (per 3-4 persone):
1 kg trippa bollita
1 costola di sedano
1 pomodoro maturo
1/2 peperone verde
1 peperoncino fresco
1 cipolla fresca di Tropea
2 spicchi di aglio
1 carota
alcune foglie di radicchio rosso
prezzemolo
olio evo
aceto di vino
sale

Scottare per appena 5 minuti la trippa in acqua bollente. Scolare e lasciare raffreddare,poi tagliare la trippa a listarelle di circa 1/2 centimetro. Tagliare la cipolla e il radicchio a fettine sottilissime e grattgiare la carota raschiata sulla grattugia a fori larghi. Fare una dadolata di tutte le altre verdure crude. In una terrina riunire le verdure e la trippa a striscioline. Condire con l'aglio sbucciato e tagliato a pezzi grossi, il prezzemolo precedentemente tritato fine, olio evo, sale e qualche goccia di aceto. Per chi non ha problemi di commensali di gusti difficili aggiungere anche qualche oliva nera. Lasciare insaporire in frigorifero almeno mezz'ora (ma è ottima anche preparata la sera per il giorno successivo) e poi servire.
Buon appetito!


Con questa ricetta partecipo al contest di Archcook


e al contest di Anto-nella-cucina

12 commenti:

  1. mi piace tantissimo la trippa.......a dire il vero mi piace tutto,questa è molto appetitosa,mangerei una bella porzione anche di questa pietanza..................sarà l'ora ma ho una fame..................................
    baci

    RispondiElimina
  2. Ahahaahah ammazza quante domande.. Io dico solo.. che questa stagione non la sopporto più di tanto.. e poi quest'anno che sembra che l'estate non voglia mai finire peggio mi sento! Ottima la trippa così.. una bella alternativa a quella che faccio io con pomodoro ed origano.. baci ;-)

    RispondiElimina
  3. Sembra golosissima! Da provare assolutamente! :)

    PS: un giveaway artistico nel mio blog. Ti aspetto, Nadine.

    www.nadinesilva.it

    RispondiElimina
  4. per questa passo,non sono una amante della trippa...baci,buona giornata:)

    RispondiElimina
  5. Ogni stagione è bella perchè ha qualcosa da offrire no? La seratina con coperta e popcorn non è mica male e anche piatti corposi e caldi come la trippa, tranquilla Jeggy :)
    Prendo nota, non hai idea di quanto mio papà mangi volentieri la trippa..
    ciao ciao

    RispondiElimina
  6. Rica ensalada colorida y saludable me encanta,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  7. Ciao,

    Vogliamo presentarLe il sito Ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 62000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano specializzati in ricette di cucina. Inoltre abbiamo creato il Top blogs di ricette, dove può trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti, e dove Lei può anche aggiungere il Suo. Noi indicizziamo le sue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non deve preoccuparsi di nient’altro poiché tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

    Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Germania, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuole diventare un membro di questa grande famiglia?

    Siamo a Sua disposizione!
    Andreu
    info@ricercadiricette.it

    RispondiElimina
  8. Ciao Jeggy ci uniscono altre due cose, l'amore per la trippa (che detto così suona malissimo, ma noi ci capiamo!) e lo stordimento per la fine dell'estate per non parlare di quando toglieranno l'ora legale... Il tuo piatto è proprio una goduria. Bacione

    RispondiElimina
  9. accidenti che bontà!!!! grazie!!

    RispondiElimina
  10. Sono d'accordo!!!! Anch'io faccio fatica -pur essendo una montanara d'origine, ma preferisco la montagna d'estate- ad entrare nell'autunno buio... insalata originale e particolare...la trippa non l'ho mai assaggiata -proprio non m'ispira- ma l'avrei sicuramente provata a casa tua nella tua insalata!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao, grazie per la tua partecipazione al mio contest, puoi partecipare con ricette per tutte e 4 le categorie, poi c'è neanche un'altro già in corso, se ti va di partecipare, mi farà pacere, ciao ciao

    RispondiElimina